Come gestire il magazzino di Amazon in modo efficiente

Per conoscere tutti gli accorgimenti che meritano di essere adottati in vista di una gestione efficace ed efficiente del magazzino di Amazon è necessario, prima di tutto, conoscere in modo chiaro e preciso le caratteristiche di questa piattaforma. Si tratta a tutti gli effetti di un marketplace, vale a dire un sito web che viene usato per acquistare e per vendere prodotti e servizi di vario genere. Per un venditore, ciò è al tempo stesso stimolante e impegnativo, nel senso che la concorrenza con cui si ha a che fare è molto forte. Gli aspetti che devono essere presi in considerazione e valutati con cura per l’impostazione di una strategia vincente non sono solo la disponibilità dei prodotti e i prezzi, ma anche le caratteristiche delle spedizioni, le modalità con le quali la merce viene consegnata e i feedback.

Come funziona Amazon

Amazon elabora i dati in proprio possesso per selezionare i venditori in funzione dei prezzi, incluse le spese di spedizione. In altre parole, chi cerca uno specifico articolo trova in una sola inserzione tutti i venditori che lo propongono, anche se poi viene visualizzato il nome del venditore ritenuto migliorare dall’elaboratore: un calcolo che si basa principalmente sul prezzo. Anche per questo motivo sulla piattaforma di Jeff Bezos la concorrenza è molto impegnativa, dal momento che tutti i venditori tendono ad abbassare i prezzi per quanto possibile, in modo tale da essere collocati in prima posizione nelle ricerche degli utenti.

Il problema è che non tutti i venditori hanno la possibilità di diminuire i prezzi: si tratta di una strategia che può essere messa in pratica dalle grandi aziende più che dai piccoli negozianti. Ecco perché per gli altri venditori il suggerimento è quello di cercare gli articoli che possono essere venduti con più facilità, tenendo conto di costi e potenziali guadagni in funzione delle spese di spedizione: per ciascun prodotto, insomma, si tratta di capire se si riesce a ottenere un margine di guadagno significativo o se, piuttosto, non conviene puntare i propri investimenti da un’altra parte.

La disponibilità dei prodotti

Quando si parla del magazzino di amazon si fa riferimento anche e soprattutto alla disponibilità dei prodotti. Un venditore che sceglie Amazon per proporre e distribuire i propri prodotti deve tenere in considerazione la necessità di una consegna rapida e sicura: non ci si può permettere che essa non avvenga perché l’articolo acquistato non è disponibile. Ecco perché è opportuno fare in modo che in magazzino siano sempre presenti scorte a sufficienza: in caso contrario il rischio è quello di deludere le aspettative dei clienti, e quindi di andare incontro a feedback negativi che possono penalizzare le vendite o addirittura suscitare provvedimenti da parte della piattaforma.

Un software gestionale è la soluzione

Per essere certi di gestire in modo ottimale le risorse dei prodotti si può fare affidamento su un programma ad hoc: un software gestionale, appunto, che permette di aggiornare in tempo reale l’inventario e, quindi, fa sì che sia possibile sapere in qualsiasi momento quali prodotti sono presenti in magazzino e quali, invece, mancano. In alternativa si può decidere anche di pagare il servizio di Amazon: sarà la piattaforma stessa, a quel punto, a occuparsi della gestione delle logistiche e delle riserve, ma anche delle spedizioni, delle tipologie di imballaggi e di tutti gli altri aspetti che si rivelano decisivi nel definire il successo di un business.