Scegliere il modem più adatto

Scegliere il modem più adatto

Se vi trovate nella circostanza di dover acquistare un modem per poter effettuare il collegamento fra il computer e la linea ADSL sicuramente sarete indecisi sui vari modelli messi a disposizione dalle varie compagnie e dal mercato.

Per fare la giusta scelta sul tipo di modem da comprare bisogna prima di tutto essere sicuri di quale tipo di dispositivo si ha realmente necessità. Le possibilità sono due:

  • Il modem che si serve della linea direttamente dalla presa telefonica e può collegare ad internet un solo dispositivo, come appunto il PC;
  • Il modem router che non soltanto prende la linea dalla presa telefonica ma, inoltre, suddivide la connessione fra diversi dispositivi attraverso un cavo Ethernet oppure, in caso possediate un router wireless, servendosi di una rete Wi-Fi.

Le qualità necessari per un modem

Dopo aver preso la vostra decisione tra modem e modem router non vi restarà altro che acquistarlo ma per essere sicuri, ancora una volta di avere fatto la giusta scelta assicuratevi che il vostro modem possieda determinate caratteristiche:

  • Il protocollo di connessione: cioè il tipo di ADSL che il dispositivo supporta e che si possono suddividere in ADSL2 nel caso di una connessione a 12 mega e ADSL2+ se la connessione arriva a 24 mega oppure in VDSL e VDSL2 che con la sua tecnologia garantisce connessioni in fibra fino a 300 mega. Ancora, se la zona in cui vivete ne è servita, potrete usufruire della fibra ottica pura che dà la possibilità di avere connessioni ancora più veloci
  • Velocità di trasferimento dei dati e classi WiFi: i modem router a seconda della velocità con cui trasferiscono i dati attraverso la rete WiFi si possono suddividere in diverse classi, come ad esempio wireless b, wireless g, wireless n o, per i modem più recenti wireless AC. Ci sono anche dei router di tipo Dual Band e tri band in grado di trasmettere il segnale anche su altre bande, ma si tratta di dispositivi più costosi.
  • Porte e caratteristiche varie: altre caratteristiche necessarie per un buon modem sono il chipset, il numero delle antenne e la loro potenza, le funzioni del software presenti nel pannello di amministrazione e la quantità di porte sul dispositivo.

Configurare il dispositivo

Una volta che avrete adocchiato il modem più adatto alle vostre esigenze basterà seguire le indicazione del gestore per effettuare, ad esempio, la configurazione modem tiscali. Si tratta semplicemente di collegare il modem alla presa di casa ed al computer e seguire tutte le procedure della configurazione guidata che si aprirà automaticamente all’avvio del browser prescelto o, in alternativa, dedicarsi ad una configurazione con impostazioni personalizzate attraverso gli strumenti del pannello di controllo del vostro apparecchio.

Post Comment